Detrazione fiscale delle spese mediche

Rientrano tra le spese sanitarie detraibili dalla dichiarazione dei redditi annuale i costi sostenuti per:

  • farmaci non rimborsabili;
  • per il ticket di quelli rimborsabili;

La detrazione prevista è pari al 19% delle spese affrontate durante l’anno.

Per effettuare correttamente il calcolo occorre considerare la franchigia pari a € 129.11(somma per la quale non è prevista alcuna detrazione), per cui, ad esempio, se le spese sanitarie ammontano a € 600.00 avremo un risparmio di € 89.47 (somma che corrisponde al 19% di € 470.89, vale a dire la differenza tra la spesa totale, € 600.00 e la franchigia di € 129.11).

La documentazione da conservare

  1. farmaci con obbligo di ricetta:
    è necessario conservare una fotocopia della ricetta medica nel caso in cui questa sia ritirata in farmacia al momento dell’acquisto del farmaco. Insieme alla ricetta, deve essere conservato anche lo scontrino fiscale rilasciato dalla farmacia.
  2. farmaci da banco acquistati:
    a) a seguito di una prescrizione medica: è sufficiente allegare alla dichiarazione dei redditi la ricetta e lo scontrino fiscale rilasciato dalla farmacia.
    b) direttamente in farmacia: occorre compilare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio in carta libera che attesti la necessità di questi farmaci. Questa dichiarazione deve essere corredata da una fotocopia di un documento di identità valido. Sarà sufficiente compilare un’unica Inserire qui la descrizioneautocertificazione per tutti i farmaci che sono stati acquistati durante l’anno da tutti i componenti del nucleo familiare del contribuente.

Ricordiamo che la predisposizione dell’autocertificazione è di competenza del cittadino, come pure l’obbligo di conservare la relativa documentazione giustificativa (gli scontrini fiscali).
Alle farmacie spetta solo di emettere il relativo scontrino fiscale

Questa voce è stata pubblicata in Attualità. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.