I provvedimenti del Servizio Sanitario Regionale a sostegno delle persone colpite dal terremoto

Il Servizio sanitario regionale dell’Emilia-Romagna ha adottato provvedimenti straordinari per sostenere le persone colpite dal terremoto.

I provvedimenti adottati hanno validità fino al 30 settembre 2012; a quella data sarà fatta una valutazione della situazione e saranno adottati eventuali nuovi provvedimenti.

ESENZIONE DAL PAGAMENTO DEL TICKET

E’ prevista l’esenzione dal pagamento del ticket per visite ed esami specialistici, le prestazioni di Pronto soccorso, i farmaci di fascia A, l’assistenza termale.

Chi ha diritto alla esenzione

• le persone residenti nei Comuni colpiti dal terremoto (l’elenco dei Comuni è consultabile su www.saluter.it/terremoto; www.ausl.bologna.it);

• i lavoratori (e i loro familiari fiscalmente a carico) residenti in Comuni dell’Emilia-Romagna diversi da quelli colpiti dal sisma, ma che operano in imprese danneggiate dal terremoto e che sono inseriti negli elenchi delle domande di sostegno al reddito (la domanda è presentata dal datore di lavoro ai Tavoli tecnici provinciali);

• i residenti nei Comuni di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia che hanno fatto richiesta agli uffici comunali di “dichiarazione di inagibilità” della propria casa, dello studio professionale o dell’azienda.

Come ottenere l’esenzione

Per ottenere l’esenzione dal pagamento del ticket:

• le persone residenti nei Comuni colpiti dal terremoto, all’atto della prescrizione, prenotazione o erogazione del servizio, devono presentare esclusivamente un documento d’identità o l’autocertificazione di residenza (modulo disponibile presso tutti i punti di prenotazione CUP e scaricabile dal sito www.ausl.bologna.it);

• i lavoratori che operano in imprese danneggiate dal terremoto (e i loro familiari fiscalmente a carico) devono presentare al momento della prescrizione, prenotazione, erogazione del servizio l’autocertificazione che attesta il loro inserimento nelle liste di “domande di sostegno al reddito” (il modulo è disponibile presso tutti i punti di prenotazione CUP e scaricabile dal sito www.ausl.bologna.it).

In alternativa, possono presentare il documento di identità e la copia della domanda di sostegno al reddito.

• I residenti nei Comuni di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia devono presentare al momento della prescrizione, prenotazione, o erogazione del Servizio, l’autocertificazione che attesta la richiesta di inagibilità della propria casa, studio professionale o azienda presentata agli Uffici del Comune (il modulo è disponibile presso tutti i punti di prenotazione CUP e scaricabile dal sito www.ausl.bologna.it).

In alternativa, possono presentare il documento di identità e la copia della richiesta di dichiarazione di inagibilità presentata.

MEDICO DI FAMIGLIA /PEDIATRA /GUARDIA MEDICA

Le persone residenti nei Comuni colpiti dal terremoto, e le persone residenti nei Comuni di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia che hanno fatto richiesta di inagibilità della propria abitazione, studio professionale, azienda, possono ricevere l’assistenza primaria – cioè medico di famiglia, pediatra di libera scelta, continuità assistenziale (guardia medica) – nelle località dell’Emilia-Romagna dove abitano provvisoriamente, senza alcuna spesa e senza che ciò comporti alcuncambiamento nella scelta del medico o pediatra già fatta nel luogo di residenza.

Come fare per scegliere provvisoriamente il medico o il pediatra di famiglia nella zona di temporanea abitazione

Le persone interessate possono presentarsi allo Sportello Unico dell’Azienda Usl del territorio in cui sono temporaneamente alloggiati, con un documento d’identità o autocertificazione di residenza (Modulo disponibile presso tutti i punti di prenotazione CUP e scaricabile dal sito www.ausl.bologna.it).

SERVIZI DI SANITA’ PUBBLICA

Non verranno applicate le tariffe per prestazioni e servizi del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Usl (igiene pubblica, veterinaria, malattie infettive, medicina legale, igiene alimenti…) per cittadini e imprese destinatari dei provvedimenti straordinari.

SOSPENSIONE DEL PAGAMENTO DI SANZIONI AMMINISTRATIVE

Ai titolari di attività produttive che vengono svolte nei Comuni colpiti dal terremoto sono sospesi i termini di pagamento di sanzioni amministrative in materia igienico – sanitaria, veterinaria, di salute e sicurezza del lavoro.

Scarica il pieghevole con il dettaglio dei provvedimenti

Fonte: AUSL di Bologna, www.ausl.bologna.it

Questa voce è stata pubblicata in Attualità. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.